Archivi tag: Riforme Costituzionali

Il Presidente Nazionale dell’ANPI sulla risoluzione del Governo di non modificare l’art. 138:

Smuraglia-ANPIIl Presidente Nazionale dell’ANPI sulla risoluzione del Governo di non modificare l’art. 138:

Siamo lieti che alla fine – anche se non troppo spontaneamente – abbia prevalso il buon senso, ma mantengo serie perplessità sulle quali ritengo necessaria un’approfondita riflessione da parte di tutti

Prendo atto della rinuncia da parte del Governo all’iniziativa di modifica dell’art. 138 della Costituzione, che avevamo giudicato molto severamente e criticamente.

Conosciamo tutti le ragioni vere di tale decisione, ma siamo lieti che alla fine – anche se non troppo spontaneamente – abbia prevalso il buon senso. E siamo lieti di avere contribuito a questo approdo con le tante manifestazioni che, soli o con altre Associazioni, abbiamo fatto in questi mesi.

Adesso si parla di riforme costituzionali, ancora una volta, come di una priorità, però – almeno – col metodo previsto dall’art. 138 e quindi su binari costituzionalmente corretti.

Io continuo ad avere serie perplessità:

– sulla legittimazione politica di questo governo e di questo Parlamento a mettere comunque mano alla Costituzione;

– sul fatto che questa scelta sia davvero frutto di realismo; a mio parere, basta guardarsi intorno per capire che occorre mettere mano  prioritariamente ad un vero piano del lavoro ed a misure idonee a risolvere la grave crisi sociale ed a scongiurare gli effetti nefasti della disperazione ed esasperazione di tanti cittadini;

– sull’opportunità di pensare a riforme costituzionali (pur ritenendo necessarie alcune di quelle indicate) in termini di risparmio di spese anziché in termini di funzionalità o comunque in un quadro che corrisponda ad entrambe le esigenze.

Continueremo ad essere vigilanti e ad esercitare il nostro diritto alla critica, sempre costruttiva e mai associabile al disfattismo ed alla volontà distruttiva di quanti, in realtà, pensano solo agli interessi propri e non all’interesse generale.

Continueremo a fare diffusamente opera di conoscenza e di informazione sulla Costituzione e sui valori che essa esprime, considerandola sempre l’unico vero faro che può guidarci nelle temperie che sta attraversando il Paese.

                                                                                                                                                                                                         Carlo Smuraglia – Presidente Nazionale ANPI

Roma, 12 dicembre 2013

Lascia un commento

Archiviato in new

Carlo Smuraglia a Genova – La Costituzione va difesa non snaturata

SMURAGLIA-locandina1

>>scarica la locandina in formato pdf >>SMURAGLIA-locandina2

Lascia un commento

Archiviato in eventi, MATERIALI, new

Carlo Smuraglia a Genova a difesa della Costituzione

smuragliaPer il pomeriggio del 30 novembre è prevista la presenza a Genova del Presidente Nazionale dell’ANPI Carlo Smuraglia per iniziative a difesa della Costituzione. A breve daremo comunicazione dettagliata del calendario della giornata.

Lascia un commento

Archiviato in documenti, new

Attuare o stravolgere la Costituzione – con Domenico Gallo

Lascia un commento

Archiviato in eventi, Video

Lettera aperta del Presidente Nazionale dell’ANPI alle cittadine ed ai cittadini italiani

smuragliaRiguardo alle riforme costituzionali si vuole togliere l’ultima parola ai cittadini su una norma di garanzia costituzionale (art. 138 della Costituzione). Mobilitiamoci insieme per impedirlo. L’ANPI invita tutti il 24 novembre, nelle piazze d’Italia, per un appuntamento con la Costituzione e propone a tutte le altre Associazioni un presidio da tenere nei pressi della Camera dei Deputati nei giorni immediatamente precedenti al voto (attorno al 10-11 dicembre)”

Care cittadine e cari cittadini,

mentre si discute su tutto, sulla stabilità del Governo, sugli sbarchi in Sicilia, sulla decadenza di un uomo politico condannato con sentenza definitiva, sulla difficilissima situazione del lavoro in Italia, c’è un silenzio assordante, anche degli organi di informazione, su un tema di grande importanza perché investe la Carta fondamentale della nostra convivenza, la Costituzione.

In questo quadro, anche di diffusa indifferenza, ci si appresta a compiere uno strappo vero e proprio alla nostra Costituzione e ad impedire ai cittadini di fare sentire la propria voce. Continua a leggere

Lascia un commento

Archiviato in documenti, new

DIRITTO DI REPLICA – Carlo Smuraglia

Smuraglia-ANPIDIRITTO DI REPLICA

In relazione all’articolo del Professor Alessandro Pace apparso su “Il Fatto Quotidiano” del 27 ottobre 2013 ci teniamo a precisare quanto segue: a partire dal nostro comunicato del 18 maggio scorso e in tutti questi mesi, l’Anpi non ha mai fatto distinzioni tra problemi di metodo, di procedura e di merito.

In materia costituzionale, tutto è sostanza; e dunque siamo e resteremo contrari sia alle modifiche all’art. 138, sia a quelle che non siano già mature e coerenti col sistema costituzionale, delineato nella prima e nella seconda parte della Costituzione stessa.

Carlo Smuraglia
Presidente Anpi

1 Commento

Archiviato in new

IL GIURISTA: “Ma sull’articolo 138 la Cgil cosa fa?”

Caro Direttore, leggo nell’articolo di Salvatore Cannavò pubblicato il giorno 24 sul Fatto che Anpi e Cgil punterebbero a rilanciare il Comitato “Salviamo la Costituzione, aggiornarla non demolirla”, il che mi fa piacere essendone io il presidente. Sembra però, dall’articolo, che sia la Cgil sia l’Anpi (ma ho dei dubbi a proposito di quest’ultima) sarebbero bensì favorevoli a opporsi alle singole leggi costituzionali (in particolare contro il presidenzialismo), ma non contro il d.d.l. n. 813, col quale, com’è noto, Governo e Parlamento intenderebbero “disapplicare” (una tantum!) la Costituzione per introdurre una diversa procedura di approvazione delleleggi costituzionali per la modifica della Costituzione. Ebbene, se ciò fosse vero, io sarei personalmente contrario a Cgil e ad Anpi sia come studioso, sia come primo firmatario dell’appello lanciato dal Fatto in favoredell’articolo 138.

Danilo Barbi, segretario generale della Cgil ha bensì giustamente sottolineato la difficoltà dei comuni cittadini a comprendere il significato di un referendum contro il solo d.d.l. n. 813, e cioè contro il “metodo” delle riforme. Personalmente io sono invece certo che gli italiani capirebbero bene il problema sottostante, se si spiegasse loro che il d.d.l. n. 813, così com’è scritto, potrebbe consentire la modifica di gran parte dell’“ordinamento della Repubblica”. E quindi con effetti pregiudizievoli che invece non si avrebbero con una semplice revisione ex art. 138, in forza della quale si potrebbe tranquillamente effettuare la puntuale riforma del bicameralismo, la puntuale riduzione del numero dei parlamentari e addirittura la stessa riforma della forma di governo (purché non se ne riducano i “contropoteri”!).

Non opporsi al d.d.l. n. 813 significherebbe, oltre tutto, far pervenire ai cittadini italiani e alle forze politiche un messaggio assai pericoloso, e cioè che l’articolo 138 non è più l’unico percorso consentito per le revisioni costituzionali – ma che il Parlamento, ponendosi al di sopra della stessa Costituzione – può prefigurare percorsi alternativi per la riforma della Costituzione.

In risposta leggi: Diritto di Replica – Carlo Smuraglia

1 Commento

Archiviato in new